Home » Italia » Lazio » Roma » Guidonia Montecelio » CONTINUANO I FURBI DEL RDC IMMIGRATI ED ITALIANI

CONTINUANO I FURBI DEL RDC IMMIGRATI ED ITALIANI

Mi auguro che questo finisca.Un marocchino mi ha raccontato che abita in Italia da 13 anni e ha sempre fatto lavori saltuari, tutti in nero, un po’ dappertutto, con tanto di permesso di soggiorno. E’ sposato e ha tre figli. Da due anni ha la cittadinanza italiana, così come tutta la sua famiglia, con cui abita in casa popolare.Percepisce il Reddito di Cittadinanza, per 780 euro perché il suo ISEE è pari a zero; per la moglie e ogni figlio riceve un assegno familiare di 175 euro. L’assegno che gli arriva dall’INPS è pari a 1.480,00 € al mese. Naturalmente continua a lavorare in nero, guadagnando circa 800/900 euro al mese.A luglio la sua mamma vedova, compirà i 65 anni farà il ricongiungimento familiare in Italia con il figlio (le pratiche sono già avviate; mancano data e firma) e percepirà un assegno di pensione sociale di 580,00 euro. La signora anziana, pur mantenendo la residenza in Italia, potrà tranquillamente domiciliare in Marocco, dove uno stipendio medio è di circa 250,00 euro. 580 euro sono da molto benestante.Tutto senza che nessuno abbia mai rimesso un centesimo di contributi INPS.Ci sono italiani che hanno lavorato versando oltre 40 anni di contributi e superano appena 1.000 € nette al mese.C’è qualcosa che non funziona o è solo una mia impressione?

DA CARLO CALLERI

ORA FATE UN CONFRONTO

Dopo aver letto questo secondo voi un disabile che prende €665 al mese più accompagno ora Fateci caso prende sempre meno di un immigrato Che far furbetto perché lo Stato italiano che lo permette estate a vedere che tra un po’ scoppierà il caso tanti delle residenze perché questi signori provenienti da Paesi esteri  con gli appositi CAF che elargiscono false residenze affinché questi immigrati possono prendere il reddito di cittadinanza controllate Finanza controllate

Condividi questo Articolo
Dite la vostra!
00

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>