Home » Italia » Sicilia » Ragusa » Comiso » La giornata mondiale della terra con gli occhi degli alunni del Verga di Comiso

La giornata mondiale della terra con gli occhi degli alunni del Verga di Comiso

Oggi, 22 aprile, si celebra l’heart day, la giornata mondiale della terra 2021, che in questo quadro di emergenza sanitaria acquisisce un significato ancora più profondo. La pandemia virale ha sottolineato ancora una volta l’importanza di continuare a impegnarsi per contrastare i cambiamenti climatici. D’altra parte il riscaldamento globale è stato segnalato tra le concause della diffusione del Sars-Cov2, assieme all’intenso sfruttamento ambientale e alla distruzione della biodiversità e degli habitat naturali. Gli scienziati hanno avvertito che abbiamo poco più di un decennio per dimezzare le emissioni ed evitare gli impatti
più devastanti su fornitura alimentare, sicurezza nazionale, salute globale, condizioni meteo e altro ancora. L’istituto G. Verga, su impulso della dirigente scolastica la prof.ssa Maria Grazia Cafiso, nell’ambito dello studio dell’educazione civica, in occasione della Giornata della terra ha promosso e attuato la creazione di una sorta di“Citizens Science” (scienza dei cittadini). Attraverso questo lavoro i nostri alunni assumono il ruolo di sentinelle ambientali, studiando, raccogliendo dati e sensibilizzando l’opinione pubblica, attraverso la diffusione della conoscenza di questi temi, sul destino comune dell’umanità e sull’urgenza di
applicare su scala locale e globale i principi dell’agenda 2030, i 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile proposti dalle Nazioni Unite. Su questi argomenti sono state svolte molte attività condotte dai docenti, in varie discipline, fra cui due sintetici video- clip realizzati dalle classi seconda e terza del corso G, coordinati dal prof. Luigi Bellassai, e un altro lavoro realizzato dalla classe prima C e coordinato dalla prof.ssa Kentia Barone, che hanno posto l’accento su qualità dell’aria, l’inquinamento da plastica, qualità idrica, sicurezza alimentare e impatto sul clima locale, ma anche sull’equità della distribuzione dei beni, la riduzione delle disuguaglianze, la garanzia di accesso al cibo per tutti soprattutto per i più vulnerabili e l’impegno per istituzioni solide e giuste. Così la scuola diviene protagonista di un reale cambiamento di paradigma culturale, affermando il proprio ruolo di motore per la costruzione di una nuova cittadinanza attiva e consapevole per le giovani generazioni.

Condividi questo Articolo
Dite la vostra!
00

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>