Home » Italia » Marche » Ascoli Piceno » Grottammare » Dalla chiusura del lockdown alla ripresa, il florovivaismo si incontra a Grottammare per fare il punto

Dalla chiusura del lockdown alla ripresa, il florovivaismo si incontra a Grottammare per fare il punto

È stato uno dei settori economici più penalizzati dal Covid ma ora, anche alla luce della necessaria svolta green che stanno operando i governi per la sostenibilità e la salvaguardia del pianeta, si prepara a una nuova centralità. Stiamo parlando del florovivaismo che venerdì 22 ottobre, al Parco dei Principi Resort di Grottammare, vivrà un’intera giornata di approfondimenti e workshop su verde urbano, ornamentale e arboricoltura. Temi, rivolti ad amministratori pubblici, professionisti, aziende del settore florovivaistico, che saranno trattati nel corso di “Dal vivaio alla cura dei grandi alberi. Nella rigenerazione verde delle città, criticità e opportunità per il settore”, giornata organizzata da Coldiretti Marche, Coldiretti Ascoli Fermo, AssoFloro, Società Italiana d’Arboricoltura e Associazioni Alboricoltori. Dopo i saluti istituzionali del sindaco Enrico Piergallini, del presidente di Coldiretti Ascoli Fermo, Armando Marconi e del presidente della Camera di Commercio delle Marche, Gino Sabatini, sono previsti gli interventi di Nada Forbici (Coordinatrice Consulta Nazionale Florovivaismo Coldiretti, Presidente Assofloro) e Mario Faro (Presidente Consulta Nazionale Florovivaismo Coldiretti), Andrea Pellegatta (Presidente Società Italiana Arboricoltura), Gennaro Vecchione (Responsabile Servizio Tributario e Fiscale Confederazione Nazionale Coldiretti), Giorgio De Menech (Direzione Floricoltori Assofloro), Bruno Bernabei, Guido Barra (Floricoltori Assofloro), Ottavio Mozzoni (Socio SIA e Associazione Arboricoltori), Loris Bassini (Vice Presidente Associazione Arboricoltori) e Sandro Nardi (Coordinamento ASSAM – Servizio Fitosanitario Regione Marche). Alla conferenza parteciperanno anche la presidente di Coldiretti Marche, Maria Letizia Gardoni, e l’assessore regionale Mirco Carloni, ai quali sono affidate le conclusioni. 

Condividi questo Articolo
Dite la vostra!
00

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>