Home » Italia » Marche » Ancona » Jesi » GRANDE RITORNO DELLA FORM A JESI CON UNA STAGIONE TUTTA IN PRESENZA

GRANDE RITORNO DELLA FORM A JESI CON UNA STAGIONE TUTTA IN PRESENZA

MUSICAINSIEME”, a sottolinearela necessità del connubio fra esecutori e pubblico nel fare musica, è il titolo della stagione sinfonica che la FORM, colonna sonora delle Marche, riporta al Teatro Pergolesi di Jesi, in collaborazione con la Fondazione Pergolesi Spontini, dopo due anni di assenza a causa del covid. Sei grandi concerti, in vendita in abbonamento dal 29 dicembre, improntati prevalentemente sul repertorio romantico e novecentesco in un’ottica di connessioni-riflessi-contrasti fra generi, stili e autori. Un percorso intenso e coinvolgente, che da Schumann e Brahms passa attraverso Šostakovič e Ravel, Saint-Saëns e Mendelssohn, Berg e Schubert, Čajkovskij, per concludersi con Gulda e Gershwin.

Preceduta dal tradizionale Concerto per il Nuovo Anno, fuori abbonamento,diretto da David Crescenzi con la partecipazione del soprano Rasha Talaat, in programma il 7 gennaio, la Stagione 2022 prende il via sabato 15 gennaio con un concerto diretto da Alessandro Bonato, direttore principale della FORM. In programma due capolavori del Romanticismo tra i più significativi e amati dal pubblico: il Concerto per violoncello di Schumann, eseguito da Miriam Prandi, e la Quarta Sinfonia di Brahms. 

Oltre al Concerto di Apertura, Alessandro Bonato dirigerà altri due programmi: “ŠOSTAKOVIČ E RAVEL” (venerdì 18 febbraio), con l’emozionante Sinfonia da camera in do min., op. 110a di Šostakovič (trascrizione per orchestra d’archi di Rudolf Barshai del Quartetto n. 8) e il Concerto per pianoforte in sol di Ravel interpretato da Benedetto Lupo“ČAJKOVSKIJ 4” (venerdì 1 aprile), con la Quarta Sinfonia di Čajkovskij preceduta dal Concerto per violino dello stesso autore eseguito da Alessandra Tirsu

La stagione si completa con “SAINT-SAËNS E MENDELSSOHN” (venerdì 4 marzo), con il Concerto per violoncello di Saint-Saënse la Terza Sinfonia “Scozzese” di Mendelssohn diretti e interpretati da Luigi Piovano; “BERG-SCHUBERT” (martedì 22 marzo), dove il direttore Manlio Benzi e il violinista Daniel Rowland eseguono il Concerto per violino “Alla memoria di un angelo” di Berg e la Quinta Sinfonia di Schubert; infine, chiusura martedì 3 maggio con “OLTRE CONFINE: GULDA-GERSHWIN”, nel quale il giovane talento Ettore Pagano interpreta il Concerto per violoncello e orchestra di fiati di Gulda seguito dalla suite da Porgy & Bess di Gershwin.

I nuovi abbonamenti possono essere acquistati dal 29 dicembre all’8 gennaio 2022; biglietti per il concerto fuori abbonamento “CONCERTO PER IL NUOVO ANNO” già in vendita. I biglietti per i concerti inseriti nella stagione saranno in vendita dal 10 gennaio 2022.

Share This Post
Dite la vostra!
00

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>