Home » Italia » Abruzzo » Pescara » DUE GIORNI DI PESCA GREEN CON I CAMPIONATI ITALIANI DRIFTING 2021

DUE GIORNI DI PESCA GREEN CON I CAMPIONATI ITALIANI DRIFTING 2021

Presentato a Pescara presso la Sala consiliare del Comune il 36° Campionato italiano assoluto drifting 2021- Campionato di pesca per equipaggi, promossa dalla F.I.P.S.A.S. Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee, F.I.P.S.A.S. Regionale Abruzzo e Sezione provinciale F.I.P.S.A.S. di Pescara, organizzato dalla Asd Dolphin Club Pescara, con la collaborazione della
Assonautica Pescara in programma il 30 settembre, 1° e 2 ottobre 2021.
Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento hanno partecipato: il presidente del consiglio comunale Marcello Antonelli che apre la conferenza confermando il totale ed incondizionato sostegno alla manifestazione e, quindi, sottolineando la peculiarità di Pescara e dei pescaresi; l’assessore allo sport del Comune di Pescara Patrizia Martelli che rivolge un grande plauso alla FIPSAS ed alla organizzazione che per tre anni ha ospitato campionati di pesca italiani, eventi di cui rendere orgogliosa la città di Pescara, il capitano di fregata Gaetano Capezzea che porta i saluti ed i ringraziamenti del Comandante e della Direzione marittima di Pescara e sottolinea la collaborazione attiva e necessaria della Guardia costiera che per questo evento ha concesso autorizzazioni alla pesca ed ha emesso le opportune ordinanze per la sicurezza, il presidente regionale Fipsas Carlo Paolini ringrazia la Federazione Fipsas per la promozione della
manifestazione e sottolinea come l’Abruzzo si presta sempre più ad assumere un ruolo centrale per gli eventi di tal genere, forieri di promozione turistica del territorio, il presidente provinciale Fipsas Christian Di Sabatino mette in risalto l’operato dell’organizzazione del Campionato che ha agito con una sinergia simile ai componenti di una orchestra, il presidente del Marina di Pescara Carmine
Salce ha sottolineato che Pescara è il mare, il presidente della asd Dolphin Club Pescara Maurizio Scurti, ha ringraziato le istituzioni e tutto il team organizzativo, il vice presidente asd Dolphin Club Pescara e consigliere regionale FIPSAS Luigi Potenza ha illustrato l’importanza green della pesca promossa con questo Campionato, il direttore di gara Alessandro Tranquilli è entrato nei dettagli
della gara e ci ha detto che circa 40 equipaggi sono giunti dalla Calabria, Sardegna Puglia Abruzzo ed altre sino al Veneto, presidente della sezione Assonautica Pescara e vice direttore vicario Assonautica Nazionale Francesco Di Filippo ha sottolineato l’importanza dell’evento e la assoluta, continuativa vicinanza e collaborazione nell’organizzazione dell’evento, il presidente del Coni
Abruzzo Enzo Imbastaro ha portato il saluto ufficiale del CONI ed ha ringraziato la FIPSAS e l’organizzazione tutta per la fiducia data allo sport ed al mondo sportivo in genere.
La cerimonia di inaugurazione dell’evento è in programma per giovedì 30 settembre presso l’anfiteatro del Marina di Pescara: partecipazione autorità istituzionali e politiche, inno nazionale, presentazione degli equipaggi e cena di gala.
Lo specchio d’acqua del mare Adriatico antistante il suggestivo porto turistico Marina di Pescara accoglierà più di 40 equipaggi giunti da ogni parte d’Italia che si contenderanno il titolo di campione italiano di pesca specialità drifting, qualifica che darà ai vincitori il diritto di partecipare al Campionato mondiale di pesca drifting, che, lo si può già anticipare, si svolgerà in Italia.
Gli equipaggi ammessi al 36°Campionato italiano sono quelli saliti sul podio nei precedenti Campionati italiani e provinciali del 2019. Ciascuno è composto da 4 o 5 atleti, di cui uno ha il compito di ispettore di bordo.
La gara si svolge in una prova unica divisa in due, la prima si disputa venerdì 1°ottobre e la seconda sabato 2 ottobre, salvo variazioni e/o annullamenti dipendenti da condizioni meteomarine. La durata massima di ogni prova è stabilita in 7 ore, con partenza alle 8.00 e rotta di ritorno alle 15.00, base
Marina di Pescara.
CAMPIONATI GREEN
Importante sottolineare come la FIPSAS abbia avuto cura ed attenzione alla tutela dell’ambiente e, nello specifico, delle risorse marine e delle specie a rischio, infatti la Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee ha disciplinato analiticamente nel “Regolamento Particolare del Campionato” ogni prescrizione atta a tutelare l’incolumità del pescato che deve rimane in vita. Il regolamento che gli equipaggi devono osservare è chiaro: è obbligatorio rilasciare il pesce vivo in
mare, sono utilizzati ami senza ardiglioni per facilitare le operazioni di liberazione del pesce, il tempo massimo di “combattimento” è di 30 minuti per consentire la liberazione sicura (se l’equipaggio dovesse superare tale limite di tempo, si vedrà applicare una decurtazione del punteggio) e deve essere utilizzato materiale non acciaioso per facilitarne lo smaltimento.
Di più.
La FIPSAS che, in collaborazione con la Commissione Internazionale per la Conservazione dei Tonnidi dell’Adriatico (ICCAT), conduce una intensa e collaudata attività di raccolta dati per una pesca sostenibile a tutela dei grandi pelagici (in particolare il Tonno Rosso), a tale fine, in questo 36° Campionato italiano drifting concede ad ogni equipaggio la possibilità di “taggare” con appositi rilevatori gli esemplari catturati, così da poter censire la specie protetta del tonno rosso e studiarne le rotte e la riproduzione.
L’equipaggio che riuscirà a taggare l’esemplare avrà diritto a punti bonus aggiuntivi.
La classifica viene redatta a terra con l’esame dei video filmati e realizzati dai giudici a bordo e verificati da giudici federali.
Lo svolgimento della manifestazione è resa possibile dall’alto patrocinio dei Soggetti istituzionali e dall’aiuto di quelli privati che si ringraziano tutti.

Share This Post
Dite la vostra!
00

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>